Home » CONTEMPORARY ARTISTS GALLERY » Pasquale Mastrogiacomo

Pasquale Mastrogiacomo

Pasquale Mastrogiacomo, L'ecologista .

Pasquale Mastrogiacomo, L'ecologista . - WOODNS

 

 

 

Pasquale Mastrogiacomo, Scultore, Pittore, Disegnatore, Ceramista. L’attività di ricerca e di scavo, che si traduce nell’esaltazione di linee e colori e nel nitore dei volumi, si estrinseca in rappresentazioni problematiche ed altamente significative che richiedono al fruitore una riflessione particolare. Scorrendo le numerose immagini, lo sguardo si lascia catturare da visioni surrealiste e oniriche dei dipinti, dalla forza dirompente e provocatoria delle sculture, dal ductus preciso e nitido dei disegni, dalla immediatezza espressiva degli schizzi. Le opere rappresentano la sintesi di idee a sfondo religioso, politico, sociale, con una spiccata attenzione alla valenza dei contrasti, alla seduzione della modernità, ai fenomeni di corruzione e di degrado morale.

Esposizione Universale

Esposizione Universale - WOODNS

 

 

 

 

 

Il dipinto

Esposizione universale propone una riflessione dell’artista a sfondo ecologico.Al centro della tela, inquadrata dagli stipiti di una finestra, si staglia, rigidamente frontale, una figura maschile. L’uomo si presenta all’osservatore, come una sagoma arcana ed impenetrabile, elegantemente vestito in giacca e cravatta.La testa, metafora del mondo, è dilaniata da un missile esploso da un aeroplano precipitato.Gli occhi fissi e dilatati, la bocca serrata da una lingua di ghiaccio, le ferite sanguinanti, da cui traggono sostentamento due sanguisughe, i rottami dell’aereo, i comignoli in fumo sconcertano l’osservatore e lo trascinano in una dimensione atemporale e ostile dominata da un silenzio opprimente. Alle sue spalle una presenza misteriosa, indecifrabile, un uomo senza volto, quasi un deus ex machina, che si confonde con il cielo del fondo e osserva dall’alto la devastazione silente che si compie agli occhi dello spettatore.In primo piano una area desertica punteggiata da colline fumanti e percorsa da un fiume in piena di acque torbide e scure.Il soggetto è costruito per antitesi di forme e sembianze: alla piana desertica fanno da contrappunto le due direttrici stradali, al paesaggio naturale-l’artificio delle colline, all’assenza di vita-il brulichio delle sanguisughe in marcia, al nitore di una luce cristallina e tersa-il grigiore di nuvole gravi di fumi tossici, all’azzuro del cielo-il nero del percolato.Il dipinto suggerisce riflessioni di estrema attualità: il rispetto per l’ambiente, l’abuso esercitato dai colletti bianchi, la sopraffazione di sistemi inafferrabili, l’incapacità di svelare l’oppressione e denunciarne la violenza

 

Seduzione del progresso

Seduzione del  progresso - WOODNS

 

Lo sguardo si lascia catturare da visioni surrealiste e oniriche...

Contrapposizione di visioni

Contrapposizione di visioni - WOODNS

 

 La visione è imprigionata ,  dal ductus preciso e nitido dei disegni, dalla immediatezza espressiva degli schizzi...

Personificazione di una città

Personificazione di una città - WOODNS

 

Le opere rappresentano la sintesi di idee a sfondo religioso, politico, sociale, con una spiccata attenzione alla valenza dei contrasti, alla seduzione della modernità...

 

 

Parte della diversificata produzione artistica realizzata è pubblicata sul sito web:

www.pasqualemastrogiacomo.it

 

mastrogiacomo.pasqua@libero.it

 

<<< Angela Bogaard - Tolemaios >>>

Terracina, 10-17 agosto 2019 ,

Terracina, 10-17 agosto 2019 , - WOODNS

Evento da non perdere ! Espongono , Nadia Turella e Giovanna Sacchetti , due artiste contemporanee i cui lavori si ispirano , a svariate tematiche ,imbibite di presente. Argomenti e questioni, di carattere morale ed attuale che pur non volendo, ci riguardano e ci sfiorano da vicino in codesto tempo ed in questo nostro cammino. Nadia , ci guida e ci conduce con le significative e bellissime opere, attraverso mondi antitetici . Terre nelle quali , si contrastano elementi come, l ‘amicizia ed il bullismo , il diritto all’infanzia e la violenza su donne e bambini , il discriminante colore della pelle e la bellezza dei colori di madre natura ed il suo rispetto . Giovanna con i suoi incantevoli lavori ci accompagna e ci guida nel suo mondo fatato, costituito da alberi e figure , da lei definite” angeliche “ che ci parlano delle emozioni ,della solitudine , della rabbia e protestano contro ogni forma di violenza. La sua missiva figurata , ci esorta a comprendere che siamo un tutt’uno e dobbiamo vivere in armonia con tutto,rispettando gli atri esseri. Quindi il messaggio di entrambe racchiuso nel titolo della mostra è ”Oltre “ come un desiderio … Perché c’è sempre speranza che tutto migliori. F.B.W.

WOODNS