Edwige Giraud

Edwige Giraud , la " Memoria collettiva "

Edwige Giraud ,  la " Memoria collettiva " - WOODNS

 

 

 

 

Edwige Giraud
Autodidatta " La cosa importante non è il sapere, ma il fare . L'ascoltare e il risentire ,

l' immaginare e

l' inventare , con entusiasmo e gioia."

 - WOODNS

 

 

 " Fai  del atto di creare un puro divertimento e  questa la cosa più importante da fare, l'inventare, il chiedersi , e ciò sempre con piacere ed entusiasmo.
Il mio lavoro attuale è basato sul caso ed il vuoto. In effetti, quando lavoro evito di pensare  . Da ciò  ne consegue un design  che non è premeditato, ma che è l'espressione  di sogno  realizzato ad occhi aperti. Una visione estatica ,  attinta direttamente dall'inconscio collettivo e dalla memoria universale.
E come disse J.Dubuffet <<  Penso che sia molto importante per un artista allineare il  pensiero su quello che fa, invece di voler allineare ostinatamente le sue opere  con la propria mente >> . "

 

Edwige Giraud

 - WOODNS

 - WOODNS

 

MOSTRE

Maggio Giugno 2005 Galleria Pro Arte Kasper a Morges Svizzera Glance 35 anni la pittura, Art Brut e singolare-premio Audience Award categoria nuova scoperta Singular Art
Diverse mostre personali e di gruppo in Francia e all'estero.
Art Festival 2009 Squalifiche Singular
Art Festival 2010 Squalifiche Singular
Art Walk St Germain en Laye giugno 2010
St Etienne Biennale Arte Burlesque 2011
Arte insolita Miermaigne 2011
Art Festival 2011 Squalifiche Singular
Art Festival 2012 Squalifiche Singular
Festival of Contemporary Art Dives / MY 2012
Galleria 69005 Vecchia Lione LIONE 

 - WOODNS

 

Edwige GIRAUD
 GRENOBLE

 

 

  <<< Piero Racchi - Marizio Caggiano >>>

Terracina, 10-17 agosto 2019 ,

Terracina, 10-17 agosto 2019 , - WOODNS

Evento da non perdere ! Espongono , Nadia Turella e Giovanna Sacchetti , due artiste contemporanee i cui lavori si ispirano , a svariate tematiche ,imbibite di presente. Argomenti e questioni, di carattere morale ed attuale che pur non volendo, ci riguardano e ci sfiorano da vicino in codesto tempo ed in questo nostro cammino. Nadia , ci guida e ci conduce con le significative e bellissime opere, attraverso mondi antitetici . Terre nelle quali , si contrastano elementi come, l ‘amicizia ed il bullismo , il diritto all’infanzia e la violenza su donne e bambini , il discriminante colore della pelle e la bellezza dei colori di madre natura ed il suo rispetto . Giovanna con i suoi incantevoli lavori ci accompagna e ci guida nel suo mondo fatato, costituito da alberi e figure , da lei definite” angeliche “ che ci parlano delle emozioni ,della solitudine , della rabbia e protestano contro ogni forma di violenza. La sua missiva figurata , ci esorta a comprendere che siamo un tutt’uno e dobbiamo vivere in armonia con tutto,rispettando gli atri esseri. Quindi il messaggio di entrambe racchiuso nel titolo della mostra è ”Oltre “ come un desiderio … Perché c’è sempre speranza che tutto migliori. F.B.W.

WOODNS