Home » Serie Scura - Commento » L’albero della vita .

L’albero della vita .

L’albero della vita .

L’albero della vita . - WOODNS




Questo primo pezzo rappresenta un albero solitario in mezzo ad una foresta, di altrettanti alberi simili ,rappresentati  in secondo piano. L’albero è un soggetto molto forte poiché carico di significati . In tutte le culture l’albero è venerato come il principio della vita. Viene scelto qui dall’autore  per rappresentare l’intero cammino della vita,proprio per la sua natura a tre dimensioni,e cioè le radici che affondano nel terreno,il tronco che con i suoi anelli misura il tempo ed i rami che si ergono verso il cielo . Triade ha significato di passato ,presente e futuro, ma che sottolinea anche il legame con i tre elementi necessari alla vita: La terra,l’acqua e l’aria. Si potrebbe dire che qui l’albero viene rappresentato anche come un sorta di” Todtenbaum “ l’antico albero della morte della cultura Celtica,dove il simbolismo cade inevitabilmente sul destino individuale dalla nascita alla morte, lasciando inoltre una porta spalancata alla rigenerazione ed ad una nuova rinascita. Osservando il dipinto notiamo come del resto per tutta la serie ,che questi è realizzato ( tranne rare accezioni di sfumature) completamente in dicromia. Contrasto forte e cercato dal maestro,con l’utilizzo di colori opposti  ed agli estremi , come appunto il bianco ed il nero.  Tinte che adoperate insieme connotano e sottolineano gli eterni conflitti che accompagnano sia il singolo individuo ,  che l’umanità e l’universo intero. Battaglie quotidiane che noi percepiamo e combattiamo ,nell’arco della nostra  intera esistenza .Concetti e spazi diametralmente opposti nei quali ci muoviamo.  Antipodi quali,luce ed ombra,bene e male, salute e malattia,gioia e dolore etc. Tendendo sempre ha rifuggire “thanatos” il buio o morte che dir si voglia ,ed inseguendo “eros” la luce e la vita. Osservando l’opera  possiamo notare  come la parte sinistra del quadro ,più precisamente il bordo sia demarcato di nero e la luce è  più scura rispetto la parte destra. Rifacendoci al concetto sopracitato ci accorgiamo che anche l’albero rappresentato ha le fronde  rivolte verso il chiarore ,segno questo che conferma e demarca la tendenza universale  alla rincorsa della luce.

 

F.B.W



<<< Introduzione - Mia Madre >>>

Terracina, 10-17 agosto 2019 ,

Terracina, 10-17 agosto 2019 , - WOODNS

Evento da non perdere ! Espongono , Nadia Turella e Giovanna Sacchetti , due artiste contemporanee i cui lavori si ispirano , a svariate tematiche ,imbibite di presente. Argomenti e questioni, di carattere morale ed attuale che pur non volendo, ci riguardano e ci sfiorano da vicino in codesto tempo ed in questo nostro cammino. Nadia , ci guida e ci conduce con le significative e bellissime opere, attraverso mondi antitetici . Terre nelle quali , si contrastano elementi come, l ‘amicizia ed il bullismo , il diritto all’infanzia e la violenza su donne e bambini , il discriminante colore della pelle e la bellezza dei colori di madre natura ed il suo rispetto . Giovanna con i suoi incantevoli lavori ci accompagna e ci guida nel suo mondo fatato, costituito da alberi e figure , da lei definite” angeliche “ che ci parlano delle emozioni ,della solitudine , della rabbia e protestano contro ogni forma di violenza. La sua missiva figurata , ci esorta a comprendere che siamo un tutt’uno e dobbiamo vivere in armonia con tutto,rispettando gli atri esseri. Quindi il messaggio di entrambe racchiuso nel titolo della mostra è ”Oltre “ come un desiderio … Perché c’è sempre speranza che tutto migliori. F.B.W.

WOODNS